Avviso pubblico per la presentazione di offerta per la concessione del servizio di noleggio biciclette lungo la pista ciclabile in Comune di San Lorenzo al mare ai sensi dell’art. 30 del D.lgs. 163/2006

Data: 
16/01/2013

AREA 24 S.p.A.

Corso Cavallotti, 51- 18038 SANREMO

Tel. 0184/524066 - Fax 0184/524064

Posta elettronica: area24spa@area24spa.it

 

AVVISO PUBBLICO per la presentazione di OFFERTA per la CONCESSIONE del servizio di NOLEGGIO BICICLETTE lungo la pista ciclabile in Comune di Ospedaletti ai sensi dell’articolo 30 del D.Lgs 163/2006. [Approvazione con delibera del CDA in data 18 settembre 2012]

LUOGO ESECUZIONE: Locale “Diurno” dell’ex stazione ferroviaria di Ospedaletti, compresa area pertinenziale esterna.

SOGGETTO CONCEDENTE: Area 24 S.p.A. con sede in Corso Cavallotti 51 - 18038 Sanremo (IM).

DESCRIZIONE: Questa Società rende nota l’intenzione di procedere all’affidamento in concessione a soggetto privato del servizio di noleggio biciclette da organizzare nell’ambito del locale “Diurno” dell’ex stazione ferroviaria di Ospedaletti, avente una superficie di circa mq. 23,00 e limitrofo all’edificio dell’ex Stazione Ferroviaria, comprensivo di un’area pertinenziale esterna di superficie pari a circa mq. 70,00. Il locale ove dovrà essere esperito il servizio e la relativa area esterna risultano meglio descritti nello stato di consistenza (stato attuale/progetto) allegato al presente avviso sotto la lettera “A”. La selezione avverrà ai sensi dell’articolo 30 del D.Lgs 163/2006 e, pertanto, la controprestazione a favore del concessionario, in funzione dell’attività di fornitura del servizio di noleggio biciclette, che sarà realizzata in conformità ed in esecuzione del relativo contratto, consiste unicamente nel diritto di gestire funzionalmente e di sfruttare economicamente il servizio. A tal fine l’immobile sopra identificato sarà strumentalmente affidato in uso all’aggiudicatario del servizio di gestione, fermo restando che ogni autorizzazione per esercitare l’attività e i costi relativi restano interamente a carico dell’offerente.

DURATA: 8 (otto) anni dall’avvio dell’esecuzione del servizio, quale risulterà da apposito verbale sottoscritto in contraddittorio tra le parti, eventualmente rinnovabili, a seguito di valutazione discrezionale della società concedente. L’Aggiudicatario ha la facoltà di svincolarsi dalla propria offerta qualora siano decorsi 180 giorni dalla scadenza del termine di presentazione dalla stessa, senza che sia stato stipulato il relativo contratto, per fatto addebitabile al concessionario.

CANONE DI CONCESSIONE: Il concessionario dovrà corrispondere, con cadenza mensile, alla Società Area 24 SpA, il canone annuo di concessione per tutta la durata del contratto. L’importo annuo del canone posto a base della presente gara e oggetto di offerta in aumento da parte dei concorrenti è pari ad € 6.000,00 (Euro Seimila/00) oltre IVA. Detto importo sarà corrisposto, da parte del concessionario, in rate trimestrali di pari importo, soggette a rivalutazione annuale in base all’andamento dell’indice ISTAT – FOI. Il concessionario, in luogo del pagamento del canone offerto ed a scomputo parziale del medesimo, potrà farsi carico degli oneri connessi con i lavori di restauro conservativo, consolidamento e ristrutturazione esterna del diurno, per un importo oggetto di offerta sulla base delle specifiche voci inserite nel Computo Metrico Estimativo predisposto dalla società medesima e allegato al presente bando sotto la lettera “B”, e pagare tale importo (oltre IVA) alla Società Area 24 SpA, contestualmente alla sottoscrizione del contratto di concessione. Tali opere saranno eseguite da ditta individuata dalla società Area 24 S.p.A. a seguito di affidamento diretto ai sensi dell’Art. 125 [comma 6 lettera “b” e comma 8] del Codice degli Appalti Pubblici. Sono inoltre a carico del concessionario gli interventi di ristrutturazione interna e finitura, secondo le restanti voci del CME allegato per un totale di € 13.500,00 (Euro Tredicimilacinquecento/00) del locale concesso in uso, finalizzati all’erogazione del servizio e ad assicurare l’esercizio delle relative attività e funzioni secondo gli standard che il concessionario riterrà più opportuni in relazione alle finalità perseguite. Le modalità di esecuzione di tali interventi dovranno comunque essere concordate con la società Area 24 S.p.A.. Rimarranno peraltro a carico del concessionario le spese connesse all’allestimento ed all’arredo del diurno.

REQUISITI DI AMMISSIONE E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE Gli operatori interessati dovranno far pervenire le offerte ad Area 24 S.p.A. con sede in Corso Cavallotti 51 - 18038 Sanremo entro le ore 12,00 del giorno 8 febbraio 2013 corredate da quanto segue: dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/00, successivamente verificabile da parte di Area24 S.p.A., con allegata copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità del dichiarante, che attesti, a pena di esclusione, ai sensi dell’art. 38 D.Lgs. 163/06 e s.m.i.: - che l’impresa non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di concordato preventivo, salvo il caso di cui all’articolo 186 bis del R.D. 16 marzo 1942 n. 267, ovvero che non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; - che nei propri confronti e nei confronti di alcuno dei soggetti indicati all’articolo 38, comma 1, lettera b del citato decreto legislativo n.163/06, non è pendente procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dall’articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575; - che nei propri confronti e nei confronti di alcuno dei soggetti di cui all’articolo 38, comma 1, lettera c, del decreto legislativo n. 183/06 non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale, oppure condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45, paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18; - di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all’articolo 17 della legge 19 marzo 1990, n. 55; - di non aver commesso gravi infrazioni alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro; - di non avere commesso grave negligenza nell’esecuzione delle prestazioni affidante dalla società concedente; - di non aver commesso un errore grave nell’esercizio della sua attività; - di non aver commesso violazioni gravi definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilito; - che nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non ha reso false dichiarazioni e non ha presentato falsa documentazione in merito ai requisiti e alle condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara, quali risultino da iscrizioni presso il casellario informatico di cui all’articolo 7, comma 10, del decreto legislativo 163/06. - di non aver commesso violazioni gravi e definitivamente accertate alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui è stabilito; - che nei suoi confronti non è stata applicata una sanzione che comporti il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione; - l’impresa è in regola nei confronti della normativa vigente in materia di diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge 68/99; - che nei confronti dei soggetti dell’impresa indicati dall’art. 38 comma 1 lettera c) del D.L.g.s. 163/06 e s.m.i, cessati dalla carica nell’anno antecedente la data di pubblicazione del presente bando di gara, non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale, oppure condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45, paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18; OVVERO - che nei confronti dei soggetti dell’impresa indicati dall’art. 38 comma 1 lettera c) del D.L.g.s. 163/06 e s.m.i, cessati dalla carica nell’anno antecedente la data di pubblicazione del presente bando di gara, per i quali è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale, oppure condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45, paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18 e sono stati adottati, da parte dell’impresa concorrente, atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata; - che tra i soggetti dell’impresa indicati dall’art. 38 comma 1 lettera b, non vi sono vittime dei reati previsti e puniti dagli artt. 317 (concussione) e 629 (estorsione) del Codice Penale, aggravati ai sensi dell’art. 7 del D.L. n. 152 del 13 maggio 1991 (aggravante mafiosa), che non risultino aver denunciato i fatti all’Autorità Giudiziaria; - di non trovarsi, rispetto ad alcun soggetto, in situazione di controllo, ai sensi dell’art. 2359 c.c. o in una qualsiasi relazione, anche di fatto e di avere formulato autonomamente la propria offerta; OPPURE di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano rispetto all’impresa concorrente in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile e di avere formulato l’offerta autonomamente; OPPURE di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano rispetto all’impresa concorrente in una situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile e di avere formulato l’offerta autonomamente. 2. Impegno di farsi carico dell’esecuzione delle opere di ristrutturazione interna e finitura del locale ove sarà esercitata l’attività oggetto della concessione secondo le voci del CME allegato per un totale di € 13.500,00 (Euro quindicimila/00), nonché di farsi carico del pagamento, contestualmente alla stipulazione del contratto e a scomputo parziale del canone di concessione, della somma che costituirà oggetto di offerta, sulla base delle specifiche voci del CME allegato, relative al progetto di restauro e ristrutturazione esterna dell’immobile di cui sopra che sarà affidato in uso strumentale al concessionario e di riconsegnarlo, al termine dell’affidamento del servizio, in buono stato di manutenzione; 3. Documentazione comprovante l’esperienza del concorrente in settori di attività similari a quello oggetto della concessione, in grado di dimostrare un fatturato medio annuo, negli ultimi tre esercizi non inferiore ad € 10.000,00 (Euro Diecimila/00). 4. Referenza bancaria rilasciata da Istituto di Credito attestante la capacità economica e finanziaria del concorrente ad assumere gli impegni commisurati al valore dell’investimento ipotizzato; 5. Deposito cauzionale mediante assegno circolare pari ad € 960,00 (Euro Novecentosessanta/00) o mediante fideiussione di pari importo, ai sensi dell’articolo 75 del decreto legislativo n. 163/06. La fideiussione potrà essere sia assicurativa che bancaria e dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2, del codice civile e l’operatività della garanzia entro quindici giorni dalla semplice richiesta scritta della società concedente; 6. Impegno a rilasciare, in caso di affidamento della concessione, fideiussione bancaria o polizza fidejussoria o assegno circolare a garanzia di importo non inferiore al 10% del canone annuo offerto per la concessione, da rinnovarsi ogni anno fino alla scadenza del contratto, contenente le stesse condizioni di cui sopra ai sensi dell’articolo 113 e dell’articolo 75 del citato decreto 163/06 ; 7). Autorizzazioni/licenze per necessarie per l’esercizio dell’attività oggetto della proposta. E’ inoltre condizione di ammissione alla gara, la presa visione del luogo ove dovrà essere espletato il servizio; tale adempimento dovrà essere assicurato previo appuntamento da concordare con il referente tecnico della società, i cui riferimenti sono precisati nel presente bando al paragrafo “INFORMAZIONI”. In caso di irregolarità della documentazione presentata ai fini dell’ammissione alla gara, si procederà ai sensi dell’articolo 46 del decreto legislativo n.163/06.

CRITERI DI VALUTAZIONE I soggetti interessati ed in possesso dei requisiti di ammissione prescritti, dovranno formulare un’offerta-tecnico economica che dovrà espressamente indicare tutti i seguenti elementi che saranno oggetto di valutazione:

A) offerta economica relativa all’aumento del canone di concessione proposto rispetto a quello posto a base del presente avviso ____________________________________________PUNTI 10 Verranno attribuiti zero punti alle offerte pari all’importo minimo posto a base di gara; verranno attribuiti 10 punti all’offerta che conterrà la percentuale di aumento più elevata; alle altre offerte verranno attribuiti punteggi secondo la seguente formula: (Offerta presentata) x 10= Offerta migliore

B) offerta economica relativa all’importo delle opere di ristrutturazione esterna e restauro dell’edificio del “Diurno” (come da voci di computo allegate) a carico del concessionario da versare alla Società area 24 SpA contestualmente alla sottoscrizione del contratto di concessione, in luogo del pagamento del canone offerto ed a scomputo parziale del medesimo aumento del canone di concessione proposto rispetto a quello posto a base del presente avviso PUNTI 30 Verranno attribuiti 30 punti all’offerta che conterrà l’importo massimo corrispondente a € 32.000,00; alle altre offerte verranno attribuiti punteggi secondo la seguente formula: (Offerta presentata) x 30= 32.000

C) proposta di gestione del servizio, con indicazione dei giorni di apertura, degli orari, del numero di biciclette che sarà messo a disposizione degli utenti, dello stato di manutenzione delle biciclette, del prezzo che si intende praticare per il nolo, oltre ad una proposta di gestione riferita alle promozioni e ad altre occasioni in grado di incentivare la frequentazione di turisti e visitatori e diffondere la visibilità della zona ed ogni ulteriore miglioria nel servizio di gestione, anche sulla base di esperienze pregresse ___________________________________________ ___PUNTI 30

D) Qualità e caratteristiche dell’allestimento ________________________________ ___PUNTI 30 La proposta dovrà contenere una descrizione dettagliata delle opere di finitura e degli allestimenti che saranno realizzati nell’immobile affidato in uso per l’esecuzione del servizio indicato nell’offerta, con particolare riferimento ai materiali che saranno utilizzati e con l’indicazione dei costi che a tal fine saranno sostenuti dai concorrenti, nonché degli interventi che verranno posti in essere per la risistemazione e la manutenzione dell’area di pertinenza. Le soluzioni proposte dovranno essere rispettose delle norme comunitarie e nazionali in materia ambientale, igienico-sanitaria, di sicurezza e del Regolamento Edilizio e relativa normativa urbanistica del Comune ove si trova l’area richiesta in concessione, restando ogni successiva autorizzazione in tal senso a carico dell’offerente. I punti relativi ai criteri di valutazione dei cui alle lettere C), e D), di natura qualitativa, saranno attribuiti attraverso la media dei coefficienti variabili tra zero ed uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari. Il canone annuale a base di gara da corrispondere alla scrivente società è stimato in € 6.000,00 (Euro Seimila/00) oltre IVA.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE In una prima busta, con apposta la frase “Documentazione amministrativa – busta n.1” e l’indicazione dell’oggetto della presente procedura, dovranno essere inseriti i documenti di cui ai punti 1), 2), 3), 4), 5), 6) e 7) del paragrafo “REQUISITI DI AMMISSIONE”. In una seconda busta, recante la dicitura “Proposta tecnica busta n.2” e l’indicazione dell’oggetto della presente procedura, dovrà essere inserita la proposta tecnica propedeutica alla valutazione secondo i criteri sopra enunciati, riferita alle lettere C), e D), del paragrafo “CRITERI DI VALUTAZIONE” di cui al presente avviso. In una terza busta, recante la dicitura “Offerta economica busta n. 3” e l’indicazione dell’oggetto della presente procedura, dovranno essere inserite le offerte economiche, contenenti la percentuale di aumento del canone di concessione offerta rispetto all’importo posto a base della presente gara e la somma che sarà versata a scomputo parziale del canone di concessione, ai sensi di quanto espressamente indicato alla lettera B del paragrafo “CRITERI DI VALUTAZIONE”. Tutte le buste dovranno pervenire debitamente chiuse e sottoscritte sui lembi di chiusura da parte dei concorrenti. Dette buste dovranno essere inserite in un plico che dovrà pervenire, debitamente chiuso, timbrato e controfirmato dai concorrenti sui lembi di chiusura, contenente all’esterno l’oggetto della presente gara, presso la sede di Area 24 S.p.A. – Corso Cavallotti, n. 51 – 18038 SANREMO (IM) – entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 8 febbraio 2013.

INFORMAZIONI L’immobile presso cui il servizio sarà gestito sarà strumentalmente affidato in uso al concessionario per tutta la durata del contratto. Le condizioni essenziali che regoleranno i rapporti tra la società concedente e il concessionario sono contenute nello schema di contratto allegato al presente bando. La seduta di apertura della gara è aperta ai soggetti partecipanti e si terrà presumibilmente il giorno 8 febbraio 2013 alle ore 15.00 presso gli uffici di Area 24 S.p.A. Le funzioni di Responsabile del Procedimento sono assolte dall’Architetto Sergio Raimondo.

Per informazioni è possibile rivolgersi presso Area 24 S.p.A.: tel. 0184/524066 – fax 0184/524064 - e-mail area24spa@area24spa.it.

Referente tecnico: dott.ssa Matilde Fresi.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione (Dott. Giuseppe Argirò)

Documenti Scaricabili: 



 

 

 

I soci di Area 24 S.p.A. in liquidazione